Filosofia della bellezza. L'essenziale è visibile agli occhi eBook

DATA
2020
NOME DEL FILE
Filosofia della bellezza. L'essenziale è visibile agli occhi.pdf
DIMENSIONE
10,60 MB
AUTORE
Massimiliano Pappalardo
Ristorantezintonio.it Filosofia della bellezza. L'essenziale è visibile agli occhi Image

Filosofia della bellezza. L'essenziale è visibile agli occhi PDF. Filosofia della bellezza. L'essenziale è visibile agli occhi ePUB. Filosofia della bellezza. L'essenziale è visibile agli occhi MOBI. Il libro è stato scritto il 2020. Cerca un libro di Filosofia della bellezza. L'essenziale è visibile agli occhi su ristorantezintonio.it.

DESCRIZIONE

È ancora possibile una filosofia della bellezza nell'epoca del «bello» artificiale, del selfie e dell'esposizione ostentata sui social media? Che posto e che ruolo ha la bellezza oggi in un mondo digitale, efficientista, ordinato secondo la dittatura delle emozioni immediate? L'autore indaga queste e altre domande fondamentali parlando del bello artistico anzitutto come negazione, ferita, promessa, attesa, nascondimento, indicibilità: il bello evoca infatti il silenzio, lo sguardo e l'ascolto. Una filosofia della bellezza oggi è dunque un tentativo di resistenza, un momento dialettico che apre varchi, spezza catene, genera alternative in quanto elemento di rottura e di rivolta. Essa si nutre della testimonianza viva di artisti come Pasolini, Manzoni, Burri, Boccioni, Morandi, Klee, Chagall, Modigliani, Magritte, Fontana, Rothko, Pollock e De Chirico... In quanto tensione infinita verso il possibile, una filosofia della bellezza si presenta pertanto come una filosofia della speranza, l'intrapresa di un viaggio pieno di mistero, l'incontro con un avvenimento imprevisto e imprevedibile. L'opera d'arte non è un rebus da decifrare, né il vestito simbolico di un'idea da svelare, ma possiede tutta la forza di un'esperienza vitale e la vita non si può interpretare, ma solo testimoniare.

Non si vede bene che col cuore, l'essenziale è invisibile ...

L'essenziale è Visibile agli occhi? Un bel collo, un ovale multisfaccettato è magnificato da un taglio corto che lo "sveste", lo sottolinea. Un lungo ciuffo aggiunge glamour "vedo non vedo" e contemporaneità ⭕️ #salvofilettihairdesigner #compagniadellabellezza

È ancora possibile una filosofia della bellezza nell'epoca del «bello» artificiale, del selfie e dell'esposizione ostentata sui social media? Che posto e che ruolo ha la bellezza oggi in un mondo digitale, efficientista, ordinato secondo la dittatura delle emozioni immediate? L'autore indaga queste e altre domande fondamentali parlando del bello artistico anzitutto come negazione, ferita, promessa, attesa, nascondimento, indicibilità: il bello evoca infatti il silenzio, lo sguardo e l'ascolto. Una filosofia della bellezza oggi è dunque un tentativo di resistenza, un momento dialettico che apre varchi, spezza catene, genera alternative in quanto elemento di rottura e di rivolta. Essa si nutre della testimonianza viva di artisti come Pasolini, Manzoni, Burri, Boccioni, Morandi, Klee, Chagall, Modigliani, Magritte, Fontana, Rothko, Pollock e De Chirico... In quanto tensione infinita verso il possibile, una filosofia della bellezza si presenta pertanto come una filosofia della speranza, l'intrapresa di un viaggio pieno di mistero, l'incontro con un avvenimento imprevisto e imprevedibile. L'opera d'arte non è un rebus da decifrare, né il vestito simbolico di un'idea da svelare, ma possiede tutta la forza di un'esperienza vitale e la vita non si può interpretare, ma solo testimoniare.

Il Senso Della Bellezza - Arte E Scienza Al Cern | "L ...

Dunque, si vive cercando di dimostrare qualcosa agli altri, e si perde la facoltà di percepire la bellezza della vita. In altre parole, crescendo, si dimentica come si fa a essere felici, e si smette di essere spontanei. In realtà, è solo con il cuore che si può vedere veramente, l'essenziale è invisibile agli occhi.