Anticopyright. Breve storia della proprietà intellettuale eBook

DATA
2012
NOME DEL FILE
Anticopyright. Breve storia della proprietà intellettuale.pdf
DIMENSIONE
1,62 MB
AUTORE
Karl Fogel
Ristorantezintonio.it Anticopyright. Breve storia della proprietà intellettuale Image

Siamo lieti di presentare il libro di Anticopyright. Breve storia della proprietà intellettuale, scritto da Karl Fogel. Scaricate il libro di Anticopyright. Breve storia della proprietà intellettuale in formato PDF o in qualsiasi altro formato possibile su ristorantezintonio.it.

DESCRIZIONE

Karl Fogel analizza la storia del copyright e spiega come esso sia nato per proteggere un modello di business e non gli interessi degli artisti/autori. E sia stato originato dalla censura. "C'è un gruppo di persone che non sono sorprese dalla recente decisione dell'industria discografica di andare in giudizio contro utilizzatori scelti a caso del file sharing: gli storici del copyright. Essi già sanno ciò che tutti gli altri stanno scoprendo lentamente: che il copyright non ha mai riguardato il pagamento degli artisti per il loro lavoro; il copyright, più che essere pensato per aiutare gli inventori, è stato pensato da e per i distributori. Ma ora che internet ci ha dato un mondo senza costi di distribuzione, non ha più senso restringere la condivisione delle opere per pagare una distribuzione centralizzata, non solo è possibile abbandonare il copyright, ma anche desiderabile". Una breve storia della proprietà intellettuale e dei meccanismi di controllo da parte dei grandi gruppi di distribuzione e delle lobby dell'industria culturale.

Anticopyright. Breve storia della proprietà intellettuale ...

"Fare la storia del copyright è non solo ripercorrere il diritto d'autore per come si è sviluppato nel tempo, ma creare controinformazione per comprendere come fin dall'inizio la difesa della proprietà artistica sia stata una semplice mascheratura.

Karl Fogel analizza la storia del copyright e spiega come esso sia nato per proteggere un modello di business e non gli interessi degli artisti/autori. E sia stato originato dalla censura. "C'è un gruppo di persone che non sono sorprese dalla recente decisione dell'industria discografica di andare in giudizio contro utilizzatori scelti a caso del file sharing: gli storici del copyright. Essi già sanno ciò che tutti gli altri stanno scoprendo lentamente: che il copyright non ha mai riguardato il pagamento degli artisti per il loro lavoro; il copyright, più che essere pensato per aiutare gli inventori, è stato pensato da e per i distributori. Ma ora che internet ci ha dato un mondo senza costi di distribuzione, non ha più senso restringere la condivisione delle opere per pagare una distribuzione centralizzata, non solo è possibile abbandonare il copyright, ma anche desiderabile". Una breve storia della proprietà intellettuale e dei meccanismi di controllo da parte dei grandi gruppi di distribuzione e delle lobby dell'industria culturale.

Libri Diritto della proprietà intellettuale | IBS

Manuale breve della proprietà industriale e intellettuale Pier Paolo Muià, 2019, Maggioli Editore Con un linguaggio semplice e chiaro, questo nuovissimo Manuale illustra gli istituti di diritto ...