Hölderlin in Italia. La ricezione letteraria (1841-2001) eBook

DATA
2009
NOME DEL FILE
Hölderlin in Italia. La ricezione letteraria (1841-2001).pdf
DIMENSIONE
8,46 MB
AUTORE
Giovanna Cordibella
Ristorantezintonio.it Hölderlin in Italia. La ricezione letteraria (1841-2001) Image

Leggi il libro di Hölderlin in Italia. La ricezione letteraria (1841-2001) direttamente nel tuo browser. Scarica il libro di Hölderlin in Italia. La ricezione letteraria (1841-2001) in formato PDF sul tuo smartphone. E molto altro ancora su ristorantezintonio.it.

DESCRIZIONE

Questo studio si addentra nella fitta trama di rapporti che legano alcune grandi tradizioni letterarie d'Europa, l'italiana, la tedesca e anche la francese, per ricostruire le sorti ricettive di un autore destinato a imporsi nella memoria poetica novecentesca, dopo un passato di marginalità, come un riferimento precipuo e irrinunciabile, ergendosi a inquieto e centrale precursore. L'indagine prende le mosse dalla prima metà dell'Ottocento, quando il nome di Hölderlin inizia a diffondersi nella penisola tramite mediazione francese, per concentrarsi in seguito su Giosuè Carducci, che ha ascritto precocemente il lirico tedesco tra le sue predilezioni letterarie e ne ha approntato le prime versioni italiane. Si passa poi al Novecento, per considerare l'incidenza di questo modello in tutta la sua varia articolazione: i primi riflessi in Italia della coeva riscoperta europea di Hölderlin, filtrata dai periodici letterari d'inizio secolo; la cruciale congiuntura degli anni Trenta e Quaranta, quando si registra, con l'apporto determinante di protagonisti della scena letteraria, un sensibile incremento delle letture critiche e delle traduzioni, consentendo il definitivo ingresso di Hölderlin nel nostro orizzonte culturale; il fertile dialogo con l'opera hölderliniana di poeti quali Ungaretti, Montale, Luzi, Vigolo e Zanzotto.

PDF Marco Castellari (Milano)

Venerdì 21 maggio, alle 17.30, a Casa Carducci, in Piazza Carducci 5, presentazione del libro di Giovanna Cordibella, Hölderlin in Italia. La ricezione letteraria (Il Mulino, 2009). Ne parleranno con l'autrice Gian Mario Anselmi, Marco A. Bazzocchi, Maria Luisa Wandruszka. Il volume, edito nella collana del Dipartimento di Italianistica dell'Università di Bologna, esplorando la fitta trama ...

Questo studio si addentra nella fitta trama di rapporti che legano alcune grandi tradizioni letterarie d'Europa, l'italiana, la tedesca e anche la francese, per ricostruire le sorti ricettive di un autore destinato a imporsi nella memoria poetica novecentesca, dopo un passato di marginalità, come un riferimento precipuo e irrinunciabile, ergendosi a inquieto e centrale precursore. L'indagine prende le mosse dalla prima metà dell'Ottocento, quando il nome di Hölderlin inizia a diffondersi nella penisola tramite mediazione francese, per concentrarsi in seguito su Giosuè Carducci, che ha ascritto precocemente il lirico tedesco tra le sue predilezioni letterarie e ne ha approntato le prime versioni italiane. Si passa poi al Novecento, per considerare l'incidenza di questo modello in tutta la sua varia articolazione: i primi riflessi in Italia della coeva riscoperta europea di Hölderlin, filtrata dai periodici letterari d'inizio secolo; la cruciale congiuntura degli anni Trenta e Quaranta, quando si registra, con l'apporto determinante di protagonisti della scena letteraria, un sensibile incremento delle letture critiche e delle traduzioni, consentendo il definitivo ingresso di Hölderlin nel nostro orizzonte culturale; il fertile dialogo con l'opera hölderliniana di poeti quali Ungaretti, Montale, Luzi, Vigolo e Zanzotto.

Hölderlin in Italia. La ricezione letteraria (1841-2001 ...

Verso un classicismo europeo. Carducci e le origini della ricezione italiana di Hölderlin, in «Studi e problemi di critica testuale», 75, (2007), pp. 97-117 «Il sarcastico di Dresda». Zur Grünbein-Rezeption in Italien, in Schreiben am Schnittpunkt. Poesie und Wissen bei Durs Grünbein (Atti del convegno Poetisierte Wissenssysteme.