Esploratori perduti. Storie dimenticate di naturalisti italiani di fine Ottocento eBook

DATA
2011
NOME DEL FILE
Esploratori perduti. Storie dimenticate di naturalisti italiani di fine Ottocento.pdf
DIMENSIONE
3,57 MB
AUTORE
Stefano Mazzotti
Ristorantezintonio.it Esploratori perduti. Storie dimenticate di naturalisti italiani di fine Ottocento Image

Leggi il libro di Esploratori perduti. Storie dimenticate di naturalisti italiani di fine Ottocento direttamente nel tuo browser. Scarica il libro di Esploratori perduti. Storie dimenticate di naturalisti italiani di fine Ottocento in formato PDF sul tuo smartphone. E molto altro ancora su ristorantezintonio.it.

DESCRIZIONE

Esotismo, spirito d'avventura, sete di conoscenza e atmosfere che ricordano i romanzi di Emilio Salgari. A cavallo tra Ottocento e Novecento, in piena epoca coloniale, le zone più selvagge e inesplorate dei cinque continenti (Corno d'Africa, Borneo, Lapponia, Amazzonia, Alaska e Siberia) vennero attraversate da coraggiosi scienziati italiani che dedicarono la loro vita allo studio della biodiversità della Terra. Personaggi spesso poco conosciuti al grande pubblico, che oltre ad aver vissuto vite straordinarie hanno dato un contributo fondamentale allo sviluppo delle discipline scientifiche allora emergenti. Esploratori perduti e ora, grazie a questo libro, ritrovati al piacere della lettura. Accomunati, scrive Stefano Mazzotti, "da uno spirito di conoscenza e di esplorazione, da una curiosità che li rendeva irrequieti in patria e formidabili perlustratoti e raccoglitori di nuove conoscenze, nelle "terre incognite" di un pianeta ancora tutto da scoprire".

Esploratori perduti - Mazzotti Stefano

Storie dimenticate di naturalisti italiani di fine Ottocento; EAN: ... sete di conoscenza e atmosfere che ricordano i romanzi di Emilio Salgari. A cavallo tra Ottocento e Novecento, in piena epoca coloniale, ... Esploratori perduti e ora, grazie a questo libro, ritrovati al piacere della lettura.

Esotismo, spirito d'avventura, sete di conoscenza e atmosfere che ricordano i romanzi di Emilio Salgari. A cavallo tra Ottocento e Novecento, in piena epoca coloniale, le zone più selvagge e inesplorate dei cinque continenti (Corno d'Africa, Borneo, Lapponia, Amazzonia, Alaska e Siberia) vennero attraversate da coraggiosi scienziati italiani che dedicarono la loro vita allo studio della biodiversità della Terra. Personaggi spesso poco conosciuti al grande pubblico, che oltre ad aver vissuto vite straordinarie hanno dato un contributo fondamentale allo sviluppo delle discipline scientifiche allora emergenti. Esploratori perduti e ora, grazie a questo libro, ritrovati al piacere della lettura. Accomunati, scrive Stefano Mazzotti, "da uno spirito di conoscenza e di esplorazione, da una curiosità che li rendeva irrequieti in patria e formidabili perlustratoti e raccoglitori di nuove conoscenze, nelle "terre incognite" di un pianeta ancora tutto da scoprire".

Esploratori perduti. Storie dimenticate di naturalisti ...

Rivedo i vividi colori dei molti preparati anatomici di pesci, dei quali non avrei visto uguale fino a oggi. ... nella lunga galleria di Esploratori perduti che riempie le pagine del libro, ... Storie dimenticate di naturalisti italiani di fine Ottocento, Codice Edizioni, Torino, pagg. 240, € 16,00.