Il teatro della sicurezza. Attori, pratiche e rappresentazioni eBook

DATA
2012
NOME DEL FILE
Il teatro della sicurezza. Attori, pratiche e rappresentazioni.pdf
DIMENSIONE
9,22 MB
AUTORE
Sonia Stefanizzi
Ristorantezintonio.it Il teatro della sicurezza. Attori, pratiche e rappresentazioni Image

Il teatro della sicurezza. Attori, pratiche e rappresentazioni PDF. Il teatro della sicurezza. Attori, pratiche e rappresentazioni ePUB. Il teatro della sicurezza. Attori, pratiche e rappresentazioni MOBI. Il libro è stato scritto il 2012. Cerca un libro di Il teatro della sicurezza. Attori, pratiche e rappresentazioni su ristorantezintonio.it.

DESCRIZIONE

Porre l'accento sulla sicurezza è conseguenza, secondo Stefanizzi, "dell'incapacità da parte dei poteri pubblici di affrontare e dare soluzione a un ampio insieme di problemi che caratterizzano le aree urbane. Se oggi vivessimo in un contesto sociale, economico e politico ove fosse garantita una piena soddisfazione dei bisogni [...] presumibilmente tale problematica sparirebbe dall'agenda politica, non perché i cittadini potrebbero sentirsi garantiti dai rischi di criminalità o dai fastidi delle inciviltà, ma semplicemente perché essi confiderebbero a ragione nelle possibilità, da parte della classe politica, di governare i problemi attraverso azioni di inclusione sociale". Il presente saggio si propone innanzitutto di decostruire le più improprie retoriche securitarie, analizzando casi metropolitani simbolo (come quello di via Padova a Milano), che come tali hanno riflessi a livello nazionale, per dimostrarne l'eccessiva esposizione mediatica e proporre soluzioni ai conflitti prescindendo dalle logiche repressive. Non mancano l'analisi di contesti rurali - per cercare di comprendere la fondatezza o meno della concezione diffusa "città insicura/provincia tranquilla" - e delle politiche di sicurezza messe in pratica a livello statale e locale, per capire se davvero rispondono ai bisogni della popolazione o sono solo fonte di consenso a breve termine.

Sicurezza a teatro - INAIL

In occasione della presentazione del libro "Il teatro della sicurezza.Attori, pratiche, rappresentazioni" (Et al., 2012), il seminario intende avviare una riflessione sul tema della sicurezza urbana, focalizzando l'attenzione su alcuni dei nodi più emblematici che caratterizzano il fenomeno. Il libro raccoglie i principali risultati emersi da una serie di ricerche empiriche condotte dal ...

Porre l'accento sulla sicurezza è conseguenza, secondo Stefanizzi, "dell'incapacità da parte dei poteri pubblici di affrontare e dare soluzione a un ampio insieme di problemi che caratterizzano le aree urbane. Se oggi vivessimo in un contesto sociale, economico e politico ove fosse garantita una piena soddisfazione dei bisogni [...] presumibilmente tale problematica sparirebbe dall'agenda politica, non perché i cittadini potrebbero sentirsi garantiti dai rischi di criminalità o dai fastidi delle inciviltà, ma semplicemente perché essi confiderebbero a ragione nelle possibilità, da parte della classe politica, di governare i problemi attraverso azioni di inclusione sociale". Il presente saggio si propone innanzitutto di decostruire le più improprie retoriche securitarie, analizzando casi metropolitani simbolo (come quello di via Padova a Milano), che come tali hanno riflessi a livello nazionale, per dimostrarne l'eccessiva esposizione mediatica e proporre soluzioni ai conflitti prescindendo dalle logiche repressive. Non mancano l'analisi di contesti rurali - per cercare di comprendere la fondatezza o meno della concezione diffusa "città insicura/provincia tranquilla" - e delle politiche di sicurezza messe in pratica a livello statale e locale, per capire se davvero rispondono ai bisogni della popolazione o sono solo fonte di consenso a breve termine.

Storia delle Maschere greche-costumi teatrali

Com'è noto, "il Teatro" è costituito da tre componenti fondamentali: autori, attori, spettatori. In questo momento, intendendo l'inizio del terzo millennio, gli attori tutto sommato ci sono, gli spettatori anche, peraltro crescenti, di ogni ceto e nazione, gli autori, invece non sono all'altezza della situazione.